Come sbloccare il mio Samsung Galaxy

Rilasciando un Samsung Galaxy non è così complicato come sembra, lo strumento che useremo per farlo è un'applicazione che puoi ottenere anche nel Play Store, si chiama Galaxy S Unlock, a parte questa app devi essere, ovviamente, Root user e dopo questo in pochi passaggi che discuteremo qui di seguito, potrai avere il tuo Samsung Galaxy rilasciato, ad esempio, il Galaxy S o il Galaxy SII.

Prendere in considerazione

Questo tipo di processo, anche il radicamento di un dispositivo, quello che fa è che la nostra garanzia, se ce l'hai ancora, è completamente annullata, in cima al Galaxy S Sblocca ciò che fa è modificare tutti i file del sistema per poter rilasciare il dispositivo osseo Ovviamente non è possibile mantenere la garanzia. Oltre a tutto questo è necessario avere una connessione WiFi per poter completare il processo o anche la connessione dati 3G o 4G è la stessa.

I seguenti terminali sono compatibili con questo metodo per poter essere rilasciati: Galaxy S, S2, Galaxy R, ACE, Mini e Galaxy Note.

Ma andiamo, passo dopo passo

Parlando abbastanza bene e andando all'azione, abbiamo ovviamente iniziato a far radicare il nostro telefono, ma se stai cercando di rilasciarlo, supponiamo che almeno tu sappia come eseguirne il root, quindi andiamo direttamente a scaricare e installare Galaxy S Unlock per accettare quindi una volta eseguite le autorizzazioni dell'utente.

L'applicazione fa un backup della cartella EFS Non sai a cosa serve? In poche parole questa cartella ha i dati importanti del nostro cellulare, i dati che sono unici come l' IMEI è il motivo per cui è così importante che questa cartella è con una copia di backup, il recupero è un vero casino.

Avere il processo di rilascio è generalmente sicuro al 99%, ma dovresti nel tempo quando può accadere un qualche tipo di problema e questa cartella EFS viene cancellata o danneggiata, se hai una copia, può essere danneggiata o eliminata non importa, perché ripristini la copia e hai finito, hai il dispositivo come prima di iniziare il processo, è così semplice.

Bene, ora continuiamo e nella seconda parte appare un poster con due opzioni, se hai una versione di Android 2.2 in su dovrai contrassegnare la seconda opzione, nel caso tu abbia una versione inferiore dovrai ovviamente contrassegnare la prima.

Ora quello che stai per fare è aspettare perché il dispositivo sta per fare diversi processi e persino riavviarsi da solo, non aver paura perché è possibile che questo processo richieda un tempo che può andare dal minuto ai cinque minuti, quindi sii paziente.

Una volta riavviato completamente il dispositivo, si riapre l'applicazione, ma in questo caso si seleziona l'opzione numero tre.

Appare un cartello che dice " sbloccato, riavvia il tuo telefono " e ora premerai su OK per riavviarlo di nuovo e il gioco è fatto, ora abbiamo finalmente lo smartphone completamente rilasciato.

Cosa facciamo adesso?

E ora quello che dovresti fare è inserire una scheda SIM di una società che, evidentemente, non è quella che hai avuto, al fine di verificare efficacemente che il rilascio è stato fatto in modo soddisfacente e pronto, che sarebbe tutto in modo che tu possa rilasciare il tuo Samsung Galaxy della famiglia S.