Come scoprire l'IMEI del mio telefono Android rubato?

Sfortunatamente, il furto di telefoni cellulari e la loro successiva vendita sul mercato nero, è un problema che colpisce gli utenti di tutto il mondo, e che dà la sensazione, rimarrà valido per molto tempo finché non ci saranno misure per cancellare questi dispositivi che per qualche ragione abbiamo perso o sono stati portati via. Ma nel frattempo, dovresti sapere che ci sono alcuni trucchi che possiamo prendere in considerazione, in questo caso se abbiamo appena rubato un dispositivo con sistema operativo Android.

Infatti, molte persone sapranno già che tutti gli smartphone del mondo hanno un numero IMEI unico, una sorta di impronta digitale che differenzia ogni dispositivo da tutti gli altri, e quindi non si ripete. In termini generali, l'IMEI è un numero che identifica un dispositivo mobile a livello internazionale e che ha alcuni usi molto specifici, ad esempio quando un terminale viene rubato.

La cosa interessante di conoscere il numero IMEI del nostro smartphone è che se abbiamo perso il telefono o rubato, abbiamo la possibilità di segnalare la situazione e ottenere il produttore o l'operatore di vietarlo . In questo modo, in base alle leggi locali che potrebbero essere in vigore in ciascuno dei paesi del mondo, avremo la possibilità di evitare che la persona che ha rubato il nostro telefono cellulare possa quindi venderlo e ottenere denaro.

Come sapere il numero IMEI del mio Android?

Per quanto detto sopra, sappiamo che a questo punto sicuramente molti utenti Android vorranno avere la possibilità di sapere qual è il numero IMEI dei loro smartphone e noi vogliamo dargli una mano. Per questo motivo, iniziamo col dire che, in generale, ci sono diversi trucchi per scoprire il numero IMEI di un dispositivo mobile, in questo caso Android .

Ad esempio, se hai conservato tutti gli altri prodotti forniti con il terminale al momento dell'acquisto, dovresti sapere che le informazioni sul numero IMEI possono essere registrate nella confezione del dispositivo, nella fattura di acquisto, e possiamo anche raggiungere il lo stesso utilizzando direttamente il software, per il quale è sufficiente comporre il codice * # 06 # dall'applicazione chiamante del computer se si ha ancora con sé e si desidera conoscere il codice in modo preventivo.

Bene, ora supponiamo che nel peggiore dei casi, tu abbia rubato il tuo Android e non abbia la scatola del dispositivo o la fattura di acquisto, che come abbiamo detto sono i metodi più semplici per conoscere il numero IMEI del tuo terminale. In questi casi devi sapere che possiamo raggiungerlo comunque, anche se questa volta dobbiamo inserire la configurazione di Google da questo link, e una volta dentro, fai clic per accedere alla sezione dei dispositivi speciali .

A questa pagina entreremo utilizzando il nostro account Google, che in effetti deve essere lo stesso registrato mentre stavamo usando il nostro dispositivo con sistema operativo Android, come sicuramente saprai. Qui puoi trovare facilmente il numero IMEI del tuo dispositivo Android e anche, se l'account Google è passato attraverso diversi computer, puoi anche vedere il numero IMEI degli altri .

Una volta che sappiamo che il numero IMEI quindi, come abbiamo detto prima, avremo la possibilità di chiedere un blocco da parte di IMEI, che impedisce a un dispositivo di essere utilizzato in uno speciale o tutti gli operatori di un paese, perché hanno un tipo Lista nera in comune per questi casi in cui si tratta di smartphone che sono stati rubati, qualcosa che consigliamo se lo hai rubato.

Sì, allo stesso modo dobbiamo sottolineare che si tratta di un tipo di blocco che può essere revocato se il telefono cellulare sa come utilizzare strumenti specifici, anche se in generale è difficile che ciò accada. Pertanto, conoscere il numero IMEI e richiedere il blocco del dispositivo attraverso di esso è un buon modo per rendere difficile per chi ha l'attrezzatura in quel momento usarlo di nuovo .

Bene, comunque, non volevamo dirlo perché il blocco dell'IMEI non ha back e quindi non c'è possibilità di pentirsi, è meglio prendere in considerazione altre opzioni simili ma non definitive prima di optare per questo. Ad esempio, possiamo provare a recuperare il telefono Android esaminando la cronologia delle posizioni o individuandolo con Gestione dispositivi Android o App Cerberus, sebbene dovremmo raccomandare che queste ultime due applicazioni funzionino solo se sono state installate prima che si verifichi il furto.

D'altra parte, dobbiamo indicare allo stesso modo che il numero IMEI ha alcuni altri usi che vanno un po 'oltre la possibilità di usare lo stesso per bandire diversi dispositivi mobili Android che potremmo aver rubato. Tra questi altri usi possiamo menzionare specificamente cosa succede quando vogliamo rilasciare un dispositivo dal suo operatore originale per iniziare a lavorare con uno nuovo .

Come forse hai visto, ottenere l'IMEI è un compito che può essere un po 'più complicato se non abbiamo il dispositivo Android, o la sua fattura in contanti o di acquisto, ma in ogni caso ci sono molti modi per accedere a queste informazioni usando i metodi che abbiamo insegnato prima e che non dovresti perdere di vista.